La Presidenza italiana del G20: un’occasione storica per il Paese

Il primo dicembre 2020 ha sancito ufficialmente l’avvio della Presidenza italiana al G20, la quale culminerà nel Vertice dei leader G20 ospitato il 30 e 31 ottobre a Roma. In un contesto in cui le relazioni internazionali tendono ad essere sempre più multidimensionali ed interconnesse, il programma italiano si articola intorno al trinomio People, Planet, Prosperity, offrendo delle linee guida per la cura del Pianeta e delle persone, assicurando una forte ripresa economica che sia al contempo inclusiva e sostenibile. Vista la scarsa attenzione che i media e l’informazione hanno dedicato a quella che è, per il nostro Paese, un’occasione irripetibile e di portata storica, l’Eurispes ha deciso di redigere, ad opera del Consigliere Giovanni Tartaglia Polcini, membro del Comitato Scientifico dell’Istituto, un breve vademecum, esplicativo di quelli che saranno i principali àmbiti di intervento e gli obiettivi del G20; allo stesso tempo, l’impegno di questa “guida” è quello di dare un’idea di cosa significhi, per il nostro Paese, un incarico prestigioso e di responsabilità come questo. La pandemia ha causato danni profondi, incidendo negativamente sui sistemi sanitari, sugli indici di povertà, sull’andamento dell’economia globale: ci si trova ad affrontare oggi quello che è, forse, il momento più difficile dalla fine dei conflitti mondiali. In tale contesto, l’Italia è chiamata a gestire ed interpretare, in modo consapevole, il ruolo di guida, coordinando i lavori del G20 che, quest’anno più che mai, non saranno solamente un momento di dialogo e di confronto, ma un punto di partenza per costruire insieme le politiche del mondo che verrà.

Allegati


Social Network