Le proposte EURISPES al 1° Forum dei Think Tank dei BRICS a Shanghai

“I BRICS E L’UNIONE EUROPEA: UN’ALLEANZA NECESSARIA”

Le proposte di EURISPES al 1° Forum dei Think Tank dei BRICS

Shanghai, 25-26 maggio 2017

L’Unione europea deve avviare un confronto diretto con il coordinamento internazionale dei BRICS e costruire le condizioni per costruire una vera e propria alleanza superando l’attuale miope  orientamento che privilegia gli accordi bilaterali tra gli Stati: è questa una delle principali proposte che Eurispes – unico Istituto invitato, esterno all’area BRICS – ha presentato al 1° Forum dei centri strategici dei BRICS (BRICS Think Tank Forum), svoltosi a Shanghai il 25-26 maggio 2017 e organizzato dal Centro studi sui BRICS della Università di Fudan.

I cambiamenti geopolitici e geoeconomici che avvengono nella scena internazionale richiedono all’Unione europea un deciso cambiamento di rotta e l’avvio di un confronto diretto con il coordinamento BRICS, per la promozione degli stessi interessi europei. A questo scopo possono risultare molto importanti anche le iniziative nell’area del Mediterraneo, dove l’Italia può contribuire a colmare le lacune in un organico sistema di rapporti costruendo dei “ponti” di collaborazione tra UE, Stati del Mediterraneo, UpM e coordinamento BRICS. Un recente Rapporto elaborato da Eurispes per l’Unità di Analisi e Programmazione del Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, con il patrocinio della Rete Italiana per il Dialogo Euro-Mediterraneo – RIDE, ha messo ben in luce l’utilità diffusa che potrebbe emergere per tutti i protagonisti di questo vasto confronto internazionale.

Ulteriori proposte presentate da Eurispes riguardano:

Progetti Infrastrutturali Intercontinentali: una partecipazione coordinata europea alla realizzazione dei grandi progetti infrastrutturali intercontinentali promossi dai BRICS, in grado di avviare un grande rilancio degli investimenti nell’economia reale oltre a ricreare una estesa cooperazione internazionale. Sono i progetti previsti dall’ Agenda per l’Azione Prioritaria per l’Integrazione (API) in America Latina, dal Programma per lo Sviluppo delle Infrastrutture in Africa (PIDA), dalla  Belt and Road Initiative (BRI), dalla Nuova Via della Seta, in Cina e in Eurasia, dal Trans Eurasian Belt Razvitie (TEBR) in Russia e Eurasia e da grandi programmi infrastrutturali in India. Il solo progetto Belt and Road Initiative (BRI) presentato alla recente conferenza internazionale di Pechino prevede un piano per investimenti superiori a 1.000 miliardi di dollari.

Un paniere di monete: Eurispes ritiene che dopo la crisi finanziaria ed economica mondiale del 2007-8 e i suoi effetti duraturi anche sui sistemi monetari e commerciali, una riforma del sistema monetario internazionale sia ineludibile e sia solo una questione di tempo, e che tale riforma avrà uno dei punti cardine nella organizzazione di un “paniere di monete” con il progressivo coinvolgimento di tutte le principali valute nazionali e regionali. A tal fine, Eurispes ha proposto di creare un gruppo di lavoro di economisti e di esperti italiani ed europei e di collaborare con il BRICS Think Tanks Forum (BTTF).

Sostenere l’iniziativa della Santa Sede in materia di debito pubblico dei paesi emergenti: Eurispes ritiene importante sostenere un’importante iniziativa promossa dalla Santa Sede all’Assemblea Generale dell’ONU in materia di legittimità del pagamento del debito pubblico/debito estero dei paesi poveri e dei paesi che sono stati impoveriti dalla crisi globale e sono a rischio di default. In questa direzione operano principi morali, etici ed economici; in modo specifico il fatto che il debito pubblico mondiale è passato in questi anni da 28,7 trilioni di dollari nel 2007 a oltre 61 trilioni di oggi e rappresenta una nuova minaccia di crisi sistemica alla quale, in particolare, sono sempre i più esposti i paesi più poveri per i pesanti oneri da cui sono colpiti. Eurispes ha invitato i rappresentanti dei paesi del coordinamento BRICS ad attivarsi per sostenere l’iniziativa in materia della Santa Sede.

Di seguito è possibile scaricare l’intervento dell’economista Paolo Raimondi, membro del Laboratorio sui BRICS promosso dall’Eurispes e delegato a rappresentare l’Istituto

http://www.eurispes.eu/sites/default/files/EURISPES_Raimondi.Contributo_BRICS_Shanghai_2017_IT.pdf

http://www.eurispes.eu/sites/default/files/EURISPES_Raimondi.Contribution_BRICS-Shanghai_2017_EN.pdf

 

 

 

 

 

Allegati


Social Network