Terzo rapporto sulla condizione degli anziani in Italia 1993

L’indagine parte dal presupposto che l’anziano è sempre un soggetto sociale che “chiede” di partecipare attivamente nella vita sociale, con l’unica differenza che la sua richiesta percorre canali di comunicazione spesso marginalizzati dalla “società affluente” quali la tradizione, la memoria, i valori. Il tentativo del lavoro è stato quello di focalizzare e portare allo scoperto questa richiesta, intervistando personalmente un campione di 1.500 anziani distribuiti su tutto il territorio nazionale. I risultati che emergono permettono di tracciare un profilo della condizione anziana in Italia che in qualche modo modifica o corregge alcuni pregiudizi sociali ed immagini precostituite della terza età, ma, parallelamente, apre anche questioni nuove.
L’Istituto ha voluto studiare la complessità di una categoria sociale che, per dimensioni e trasversalità, non può più essere relegata agli stereotipi di generica emarginazione sociale ai quali troppo spesso si ricorre quando si parla di terza età. Semmai, è opportuno sostituire il concetto di emarginazione con quello di “marginalità” che assume i connotati soprattutto delle carenze strutturali ed assistenziali.

Indice

Introduzione
I risultati dell’indagine

Capitolo 1
La struttura del campione

Capitolo 2
Il benessere dell’anziano

Capitolo 3
La situazione economica degli anziani

Capitolo 4

Il tempo libero

Capitolo 5
L’anziani-utente

Capitolo 6
Allegato statistico

Introduzione

Indagine sulla terza età in Italia

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti