Le tasse sono veramente diminuite? 2004

L’Eurispes nello studio dal titolo “Le tasse sono veramente diminuite?” ha misurato la pressione fiscale dell’anno passato (2003) confrontandola con quella dell’anno precedente (2002). I dati prodotti, ad una prima lettura, non sembrano confermare i vistosi richiami pubblicitari in cui si sostiene che milioni di italiani abbiano pagato meno tasse. Anzi, stando alle elaborazioni fatte dall’Eurispes sulle informazioni pubblicate dall’Agenzia delle Entrate si è avuto un accrescimento della pressione fiscale del 6% e cioè molto maggiore rispetto all’aumento del reddito che si è verificato nello stesso anno. Le imposte indirette sono aumentate del 4%, ma è il condono ad essere in gran parte responsabile dell’accresciuto gettito del 2003.
La tassazione indiretta ha accresciuto il suo peso anche al di là dell’aumento dell’inflazione e sottraendo quindi reddito disponibile al cittadino ed in particolare a quello più povero, come sempre succede quando la proporzione fra il gettito delle imposte dirette si sposta a favore di quelle indirette.
L’Eurispes ha anche calcolato quanto è stato l’ammontare in euro del maggior sacrificio fiscale riferito alla sola Irpef ed ha scoperto che non si tratta di pochi centesimi: mediamente nel 2003 ogni italiano ha pagato di imposta sui redditi delle persone fisiche 139 euro (270.000 lire) in più che nell’anno precedente.

 

Introduzione

Gli italiani pagano meno tasse? Dal 2002 al 2003, l’aumento della pressione fiscale è salito del 6%

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti