Le Borse in bilico: ovvero la sindrome del topolino 2006

Dopo quattro anni di crescita costante, più o meno decisa ma comunque ininterrotta dall’autunno del 2002, le principali Borse mondiali mostrano segni di indecisione e di smarrimento e si comportano come quei topolini che nei labirinti preparati per loro dai ricercatori non sanno trovare la via di uscita, spostandosi di continuo e alternativamente dalla porticina, che dà adito alla salvezza, alla botola che li farebbe ricadere nella gabbia, senza decidere né per la salvezza né per la dannazione. La crescita costante e positiva degli indici dell’economia reale, così come la crescita strepitosa della Cina e dell’India ed il miglioramento delle condizioni finanziarie della Russia, insieme con la convinzione che l’aumento dei valori sul mercato immobiliare fosse giunta ad un punto di arresto, sono stati (e continuano ad essere) tutti elementi che spingono il risparmio verso il capitale di rischio e sollecitano il “pendolo” verso la crescita; dall’altro lato, le impennate del greggio e gli annunci di aggiustamenti verso l’alto dei tassi di interesse di riferimento (che seguono agli allarmi sulla crescita dei prezzi) inducono il pubblico e gli operatori alla prudenza, rallentano la crescita delle quotazioni e schiacciano, sia pure per poco, gli indici verso il basso finché questi non rimbalzino nuovamente verso l’alto non appena ci si rassicuri che consumatori e produttori abbiano assorbito gli aumenti del petrolio o quando la Federal Reserve o la BCE abbiano sì alzato i tassi ufficiali ma non ai livelli temuti e l’inflazione per quanto in crescita non abbia tuttavia superato per i principali paesi il 3%. Nell’insieme, tuttavia, il quadro alla fine di luglio al di là degli alti e bassi e dopo la caduta degli indici di metà maggio (non ancora riassorbita) si presenta nuovamente positivo, ed al di sotto delle oscillazioni si delinea un panorama di leggera ma sicura crescita che non pare azzardato prevedere anche per i prossimi mesi.

 

Indice

Contenuti

 

Le quotazioni del greggio ed i tassi di interesse frenano le Borse

 

L’andamento degli ultimi mesi

 

L’ultimo anno

 

Uno sguardo al passato

 

La Borsa di Milano

 

nota Tecnica

 

Appendice


Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti

   
Social Network