Lamiere contorte. Gli incidenti stradali in Italia 1999

Questa indagine, dal titolo provocatorio, affronta argomenti molto spesso sottovalutati o ignorati nel dibattito sugli incidenti stradali. I miglioramenti compiuti dall’Italia tra la fine degli anni Ottanta e nei primi anni Novanta stanno lasciando il passo ad un “rilassamento” generale, sia nella repressione, nel controllo e nella prevenzione, sia nei comportamenti di guida.  L’indagine analizza in particolare i dati offerti dalle statistiche ufficiali, in quali casi sono utili e quando invece rischiano di essere fuorvianti; che cosa significhi davvero “fattore umano”; fino a che punto siano selettivi gli esami perconseguire la patente di guida; come si comportano le assicurazioni e le Istituzioni con le vittime di incidenti e che garanzie di risarcimento esistono; in quali condizioni si trovano le strade e le autostrade italiane e a che punto sono i progetti per migliorarle; quanto siano sicure le automobile e quali sforzi fanno le case produttrici per renderle più affidabili. Questi sono alcuni degli argomenti che questa ricerca affronta attraverso statistiche, interviste, presentazione di studi innovativi o riscoperta di documenti poco conosciuti o dimenticati.

L’Eurispes intende richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sull’urgenza di provvedimenti strutturali per ridurre gli incidenti stradali alla loro dimensione fisiologica, nella certezza che la situazione attuale sia patologica ed ormai da tempo inaccettabile.

 

Indice

Capitolo 1 – Il fenomeno
1.1 Il pericolo corre in città
1.2 Ma l’Istat non è il Vangelo
1.3 La “rivoluzione” delle statistiche: il caso Brescia
1.4 L’anello debole della mobilità: pedoni, biciclette e motorini
1.5 La difficile ricerca delle cause. Il fattore umano
1.6 Macchine e motorini: dove le statistiche non arrivano
1.7 Quando la colpa è della strada
1.8 Se le statistiche non entrano in Europa

 

Capitolo 2 – Le strade
2.1 Il sistema dei trasporti: la gomma vince sul ferro
2.2 Il Piano dei trasporti
2.3 Tutte le strade d’Italia
2.4 Strada che vai, incidente che trovi
2.5 Autostrade: gestione e rilancio
2.6 I piani dell’Anas
2.7 Un occhio alla sicurezza
2.8 Il ruolo delle Amministrazioni pubbliche

 

Capitolo 3 – Le vittime
3.1 Un incidente lungo una vita. Una ricerca poco conosciuta
3.2 Il Fondo di garanzia per le vittime della strada
3.3 Le assicurazioni tra difficoltà e resistenze al cambiamento
3.4 Le stragi del sabato sera
3.4.1 I giovani e l’automobile
3.4.2 I controlli della Polizia Stradale
3.4.3 L’educazione: il ruolo delle associazioni

 

Capitolo 4 – I veicoli
4.1 L’automobile
4.1.1 Le revisioni
4.1.2 Incentivi alla rottamazione: un’operazione da ripetere
4.1.3 Auto nuova, ma quale sicurezza?
4.1.4 Incidenti: il costo sociale
4.1.5 E se le macchine fossero semplicemente troppe?
4.2 I motorini
4.2.1 Il casco

 

Capitolo 5 – La patente
5.1 Gli esami e le autoscuole: i dati 1997
5.2 Truffe e inchieste
5.3 Il caso Roma
5.3.1 L’istruttore di guida
5.3.2 La Provincia
5.3.3 La Motorizzazione
5.4 Controllati e controllori

 

Introduzione

L’indagine affronta temi spesso sottovalutati o ignorati nel dibattito sugli incidenti stradali

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti

   
Social Network