La finanza pubblica locale 2006

Fra le manovre previste dalla Finanziaria che il Governo si appresta a presentare al Parlamento, vi sono una serie di misure dirette a contenere la spesa degli Enti locali. Queste misure hanno suscitato proteste e levate di scudi, oltre che dell’opposizione, dai “governatori”, dai presidenti di Provincia e dai sindaci di destra e di sinistra, accomunati dalla paura di dover contrarre il proprio bilancio, con danno delle comunità da loro amministrate. Nel dibattito è rimasto un po’ oscurato il dato economico e pochi si sono chiesti qual è il peso della finanza locale e del suo indebitamento.
L’aumento delle competenze delle Regioni e il maggior potere conferito ai sindaci hanno fatto lievitare, negli ultimi anni, la spesa degli Enti locali che è passata nell’arco temporale che va dal 2002 al 2005, da 191 a 218 miliardi di euro.

 

Introduzione

L’aumento delle competenze delle Regioni e il maggior potere conferito ai sindaci hanno fatto lievitare la spesa degli Enti locali, dal 2002 al 2005, da 191 a 218 miliardi di euro.

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti

   
Social Network