La famiglia di fronte all’anziano, specchio del nostro destino 1994

Verso la fine degli anni Ottanta, il tema della cosiddetta “terza e quarta età” si è imposto all’attenzione di tutti con una crescente consapevolezza. Nuovo e degno di attenzione è il contesto sociale e culturale che per le sue specifiche caratteristiche ha reso problematica l’esistenza dell’anziano. Esso è sentito sempre più come un problema e sempre meno come “persona”. A partire dal 1989, l’Eurispes ha cercato di esplorare questa dimensione senza dimenticare che  l’anziano è sempre un individuo plasmato e criticato storicamente dalla cultura in cui vive, è la proiezione di situazioni storiche e materiali di ogni singolo ambiente e periodo. Le implicazioni sociali, economiche, politiche, culturali di un invecchiamento della popolazione così rapido e significativo condizionano, e ancor condizioneranno nel futuro, gli equilibri sociali, le compatibilità economiche e l’evoluzione culturale del nostro Paese. Nell’indagine, vengono affrontati da una parte i problemi legati alla trasformazione dei ruoli familiari e, dall’altra, ci si sofferma sulla questione dell’assistenza agli anziani non autosufficienti.

 

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   

Indice

La famiglia di fronte all’anziano, specchio del nostro destino
Anziano non autosufficiente e famiglia: per non morire d’abbandono
Appendice

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   
Social Network