Il costo dell’informazione politica in Italia 1993

In un segmento come quello dell’editoria politica, lo scopo dell’indagine è diretto a rilevare non solo l’entità e il ritmo di crescita di un deficit largamente scontato, ma soprattutto ad individuare i meccanismi e le logiche gestionali che lo hanno determinato. In questo senso si è venuta a profilare una gestione editoriale orientata non solo a scaricare sullo Stato i risultati economici negativi ma, attraverso un meccanismo legislativo appositamente costruito, a spostare l’obiettivo primario aziendale dal prodotto-giornale al contributo pubblico.
La presenza di questo consistente contributo dello Stato, proprio in quanto specificamente previsto dalla legge sull’Editoria, viene in qualche modo a porsi, anche se non direttamente, come una forma parallela di finanziamento pubblico delle attività dei partiti, tema quanto mai attuale dopo il referendum del 18 aprile.

 

Indice

Premessa
Capitolo 1. Il contesto
Capitolo 2. La gestione editoriale
Capitolo 3. I ricavi editoriali
Capitolo 4. Ricavi extraeditoriali
Capitolo 5. Il risultato finale
Allegati

Introduzione

Finanziamenti ed editoria politica: un caso tutto italiano

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti