Il Cacciatore tra Federalismo e Ambientalismo 2002

Nel giro di tre anni, le sanzioni amministrative relative ai reati agro-forestali e ambientali sono più che triplicate: tale incremento è riconducibile ad un consistente aumento di tali reati La ricerca evidenzia come un aumento delle attività di repressione e punizione dei reati commessi a danno dell’ambiente sia un passaggio fondamentale per garantire la coesistenza del fenomeno venatorio con una cultura del rispetto e della tutela ambientale. E’ indispensabile affrontare in modo approfondito il problema della caccia; occorre superare la fase dei facili integralismi ed ideologismi per affrontarne una nuova basata sulla concertazione tra tutte le parti sociali interessate alla gestione dell’ambiente: ecologisti, agricoltori, cacciatori; e sul riferimento agli indirizzi di gestione forniti dalle scienze ambientali, senza pregiudizi o preconcetti. La caccia vede erodere lentamente, ma progressivamente, il numero dei suoi praticanti: questo dato può essere interpretato come una crescita qualitativa della caccia e del cacciatore. Il flusso evolutivo registrato per il nostro Paese sembra trovare analogo andamento anche negli altri paesi europei. Del resto, la legislazione sulla caccia è stata fortemente influenzata dalla normativa europea producendo una sostanziale omogeneità delle politiche d’azione in tutti i paesi.

Indice

Contenuti

 

La logica delle 3P: produrre, prelevare, proteggere

 

La caccia civilizzatrice

 

Evoluzione della legislazione venatoria dall’unità d’Italia

 

La legge n. 968 del 1977

 

La gestione partecipativa dell’ambiente attraverso la Legge 157/92

 

Ambiti Territoriali di Caccia: significato gestionale e criteri di individuazione

 

Il disegno di legge del 31 Agosto 2001: la caccia federalista

 

I Cacciatori

 

attività di controllo ed illeciti ambientali

 

L’associazionismo venatorio

 

L’industria delle armi

 

Opportunità di caccia e sviluppo per il mondo venatorio e agricolo

 

Oasi di protezione della natura

 

Zone di ripopolamento e cattura

 

Aree protette

 

Istituti di sviluppo e produzione


Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti

   
Social Network