Il Cacciatore tra Federalismo e Ambientalismo 2001

Che cos’è la caccia? L’attività cinegica comprende un universo di simbolismi e significati ed è in ragione di ciò che richiede attenzione e capacità di analisi. I numerosi studi che l’Eurispes ha prodotto sull’argomento portano in emersione un profondo mutamento nel modo di vivere e praticare la caccia: la caccia è cambiata, ha ritrovato se stessa; finito il boom della caccia consumistica il cacciatore ritorna ad essere un soggetto attivo ed importante non per la predazione del territorio, bensì per la sua saggia amministrazione.
L’identikit che siamo arrivati a delineare vede l’emergere non di uno sportivo, ma di un saggio amministratore che si fa carico e assume su di sé il compito di trasmettere alle generazioni future un capitale di conoscenze naturalistiche. Stanno cadendo le incomprensioni che nel passato hanno contrapposto ambientalisti, cacciatori ed agricoltori. Il mondo venatorio comincia a riappropriarsi, attraverso l’azione del Cacciatore ambientalista, di un ruolo e di una funzione che non è più soltanto ricreativa, ma ritorna ad essere di gestione del territorio e di contributo alla costruzione di un reale e duraturo sviluppo sostenibile.

 

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   
Social Network