Giochi, scommesse e lotterie: “italiani d’azzardo” 2000

Gli italiani giocano sempre di più. La ragione profonda è una sfiducia verso la società. Nel nostro Paese manca una cultura del gioco, che a nostro avviso implica una maggior consapevolezza anche in riferimento ai rischi insiti nella pratica del gioco. La pratica immatura degli italiani verso il gioco è senz’altro il punto più delicato della questione. Il discorso è quello che esplora la nozione di “dipendenza”, sondandone i molteplici aspetti, e in particolare gli agguati simmetrici della condanna (il gioco come scelta autentica) e della deresponsabilizzazione (il gioco come malattia). Tali considerazioni vengono approfondite nel primo capitolo, elaborandole alla luce della dicotomia Caso e Abilità, nella quale ben si inserisce lo studio del Videopoker come fenomeno sociale. Nel secondo capitolo sono stati analizzati i dati ottenuti mediante la ricerca sul campo che ha rappresentato un momento importante per la realizzazione di questo studio. Il questionario è stato somministrato ad un campionario di 1.000 cittadini italiani, rappresentativo della realtà nazionale. Ne è emerso un ritratto estremamente variegato del giocatore, anzi una molteplicità di ritratti. E’ stato possibile inquadrare dettagliatamente l’atteggiamento degli italiani nei confronti del gioco. Per tale ragione, vista la complessità dell’argomento, si è ritenuto opportuno suddividere il capitolo successivo, inerente all’approfondimento dei giochi legali in Italia, in schede specifiche. Nel quarto capitolo sono state approfondite le tematiche più scottanti legate al Videopoker. In particolare, l’analisi legislativa ha evidenziato quelle che sono le maggiori incongruenze della normativa in materia attualmente in vigore.

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   

Indice

Contenuti

 

Introduzione

 

CAPITOLO I

Gli italiani, il gioco e il videopoker

Premessa

Una gran voglia di giocare

Rischio!

Uno su mille ce la fa

Si par hasard

Meno libertà, meno necessità, più caso

La lotteria a Babilonia

Il caso come fronte di giustizia

La lotteria della sopravvivenza

La febbre dell’oro

Intrattenimento versus azzardo

Un gioco non gratutito

Demonizzazione

Dipendenza

Quanta libertà

Il giocatore

 

CAPITOLO II

La nostra indagine

Premessa

Atteggiamento degli italiani sul gioco: la variabile “sesso”

Atteggiamento degli italiani sul gioco: la variabile “età”

Atteggiamento degli italiani sul gioco: la variabile “territorio”

Atteggiamento degli italiani sul gioco: la variabile “livello di istruzione”

Atteggiamento degli italiani sul gioco: la variabile “stato civile”

Atteggiamento degli italiani sul gioco: la variabile “giocatore/non giocatore”

 

CAPITOLO III

Lo Stato del gioco

Dati generali

Scheda 1. Lotto e SuperEnalotto

Scheda 2. Le lotterie

Scheda 3. Uno, ics, due…

Scheda 4. Tris e Totip

scheda 5. Le scommesse

Scheda 6. Casinò

 

CAPITOLO IV

Il Videopoker

Meccanica del gioco e percezione sociale

L’aspetto legislativo tra intrattenimento ed azzardo

Quando giocare diventa veramente un azzardo

La legislazione vigente in alcuni paesi europei

Che fare?

Analisi dei costi e dei benefici dell’intrattenimento automatico in Italia: il contesto attuale

Il quadro normativo

I dati economici del settore

L’evoluzione del fenomeno

Gli effetti più significativi sulle diverse categorie di soggetti coinvolti

Una nuova disciplina per i fun-games

Le ragioni per un nuovo intervento del legislatore

L’impianto della nuova legge

Gli effetti più significativi sulle diverse categorie di soggetti coinvolti

Conclusioni

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   

Social Network