Gay Pride: orgoglio e pregiudizi 2009

Il primo Rapporto sulla condizione omosessuale in Italia realizzato dall’Eurispes è del 1989. Ancora oggi l’inchiesta svolta grazie all’analisi delle risposte fornite da 2.044 omosessuali, rimane un punto di riferimento nel trattare le problematiche legate a questo specifico universo. Un percorso di ricerca che è stato sviluppato dall’Eurispes negli anni attraverso gli studi, il monitoraggio continuo delle evoluzioni del fenomeno e periodiche rilevazioni campionarie, consapevole che, ad oggi, la “questione omosessuale” rimane ancora un tema aperto non solo nel nostro Paese, ma anche in ambito internazionale. Anche nell’edizione del Rapporto Italia 2009, l’Eurispes ha svolto un’indagine per sondare le opinioni e gli atteggiamenti degli italiani nei confronti dell’omosessualità. La rilevazione è stata effettuata su tutto il territorio nazionale su un campione di 1.118 cittadini rappresentativi della popolazione italiana.
Una recente indagine pubblicata dall’Agenzia Europea dei Diritti Fondamentali dimostra che un numero crescente di omosessuali sono «vittime di discriminazione, intimidazione e molestie, a volte anche di aggressioni fisiche». Una situazione all’origine della quale è difficile non individuare precise responsabilità politiche dei diversi Stati, che troppo spesso non promuovono azioni positive contro l’omofobia, con chiare prese di posizione, campagne di comunicazione, provvedimenti legislativi.

 

Indice

Introduzione

La normativa in materia

La genitorialità omosessuale

La rappresentazione mediatica dell’omosessualità

L’indagine dell’Eurispes

Conclusioni

 


Introduzione

Le opinioni e gli atteggiamenti degli italiani nei confronti dell’omosessualità

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti

   
Social Network