Finchè la barca va. Un rapporto dell’Eurispes sulla nautica da diporto in Italia 1992

 

700 cantieri, 250 industrie nautiche, 4.500 aziende commerciali, 20 mila dipendenti diretti e 140 mila legati all’indotto, circa 3.100 miliardi di fatturato: questi sono i dati più significativi relativi al settore della nautica da diporto in Italia. Si tratta di un ramo “giovane”, finora interamente autofinanziato dai propri operatori e ancora ricco di grandi potenzialità. Opportunamente incentivata, la nautica potrebbe non solo accrescere notevolmente il fatturato e le forze lavoro, ma anche essere una delle principali locomotive per rilanciare il turismo italiano. La richiesta di vacanze attive, all’insegna dello sport e della crociera, è in grande crescita anche se limitata da forti imposizioni fiscali. Lo stereotipo degli utenti della nautica si sta articolando: la stragrande maggioranza delle imbarcazioni utilizzate a fini sportivi o ricreativi è oggi destinata a fasce di reddito medio e talora medio-basso. Ma, per ottenere uno sviluppo del settore occorre affrontare subito una serie di problemi: assenza di una legge sui porti turistici, carenza di posti barca e inadeguatezza dei servizi, eccessivo costo della manodopera, sottovalutazione della concorrenza estera, assoluta mancanza di ogni sostegno politico ed economico in vista del ’93, improvvisazione e miopia della politica fiscale.

 

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   

Indice

Capitolo 1. Il punto
Capitolo 2. Lo sviluppo della nautica in Italia
Capitolo 3. Produzione e mercato nazionale delle unità da diporto
Capitolo 4. Il mondo degli accessori e dei motori
Capitolo 5. Il noleggio
Capitolo 6. Il commercio con l’estero
Capitolo 7. Gli ostacoli della burocrazia
Capitolo 8. Necessità di un maggiore coordinamento fra le autorità
Capitolo 9. Il fisco ama chi va per mare
Capitolo 10. Aneddoti marini
Capitolo 11. Conclusioni: il futuro della nautica da diporto

 

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   
Social Network