“Europa Sociale” per un progetto comune di sviluppo socialmente sostenibile 2006

In Europa sono 70 milioni i cittadini a rischio povertà, 20 milioni sono i disoccupati e il 25% della forza lavoro si trova in condizioni di precarietà. Questi alcuni dei dati che mostrano come il mercato del lavoro europeo sia bloccato e come la crisi coinvolga ormai tutta l’Europa.
La Conferenza su “Europa sociale” promossa dalla Fondazione Ebert e dall’Eurispes offre un spazio di riflessione su queste tematiche, all’interno del quale si confronteranno rappresentati delle forze politiche, esperti provenienti da diversi paesi dell’Unione europea, rappresentanti del mondo sindacale e imprenditoriale, esponenti delle Università italiane ed estere, rappresentanti delle associazioni del volontariato.
L’obiettivo della Conferenza è, quindi, di approfondire i termini di questa iniziativa politica e progettuale, di contribuire a rilanciare da Roma e dall’Italia un messaggio forte sul tema della Europa Sociale, sulla necessità della organizzazione di un nuovo Welfare a livello europeo, di uno sviluppo economico socialmente compatibile, partecipando alla rete di strutture che in tutta Europa si stanno collegando per operare, sul piano politico e parallelamente scientifico, al sostegno di questi tipo di impegno.

 

 

 

Introduzione

La Conferenza su “Europa sociale” promossa dalla Fondazione Ebert e dall’Eurispes offre un spazio di riflessione sulle tematiche dl lavoro e del mercato occupazionale europeo

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti