Eurispes: quattro istantanee per l’8 marzo 2000

 

Lo studio Quattro istantanee per l’8 marzo è un contributo alla riflessione sulla condizione femminile attraverso quattro tematiche.
Donne e lavoro: fino a pochi anni fa le donne italiane entravano nel mondo del lavoro molto giovani e con un basso livello di istruzione uscendone in occasione del matrimonio a volte per scelta, più spesso per costrizione. Oggi questo stereotipo sembra destinato a scomparire.
Donne e famiglia: è indispensabile per comprendere al meglio le difficoltà che incontrano le donne nel mondo del lavoro, considerare come viene vissuta quella che ormai è diventata la caratteristica-ostacolo principale di una donna che lavora o cerca di lavorare: la maternità e la cura dei figli. Attorno a questo suo ruolo specifico si incardina tutta una serie di necessità e bisogni non sempre riconosciuti.
Donne e violenza: proprio in questo periodo la Corte di Cassazione si è pronunciata con una sentenza con che riconosce il reato di violenza sessuale anche in caso di “passività della donna”. E’ purtroppo noto ai più che, a tutt’oggi, lo stupro e la violenza sessuale appartengono di fatto ai reati meno denunciati.
Donne e politica: rimane ancora da capire come mai le donne, colte, determinate e sanamente ambiziose quanto gli uomini, continuino a rimanere svantaggiate nell’occupazione e nella carriera, anche politica. La spiegazione può essere una sola: il cosiddetto “soffitto di cristallo”, ostacolo invisibile ma esistente che non permette alla maggior parte delle donne di entrare in maniera cospicua ed evidente nella rosa di coloro che detengono il potere: molte le lavoratrici, poche le dirigenti.

 

Introduzione

Un ritratto della condizione femminile incentrato sui temi del lavoro, della famiglia, della violenza e della politica

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti