Disagio della terza età e politica sociale: il caso dell’assistenza domiciliare a Roma 1991

La questione anziani si è presentata in Italia di recente, e ciò per diverse ragioni. La prima, di carattere demografico, è generale alle società economicamente sviluppate. Se guardiamo ai Paesi dell’Europa con più antica industrializzazione vediamo come l’aumento della vita media segue un andamento crescente che supera nella metà di questo secolo la barriera dei 65 anni. In questi Paesi la crescita economica (con il passaggio da una società produttiva, basata sull’etica del lavoro, ad una società consumistica basata su un’etica edonistica), è accompagnata dalla diminuzione delle nascite e dall’aumento percentuale delle classi di età più alte sul totale della popolazione. Questo trend ha introdotto il problema della senilizzazione della società, facendo rimbalzare in primo piano la questione anziani.  Fino alla metà del secolo scorso le problematiche sociali connesse alla vecchiaia sono praticamente assenti, in considerazione del fatto che il tempo di vita coincideva con il tempo di lavoro. Di fatto la vecchiaia, come tempo di vita oltre l’età di lavoro ha cominciato a manifestarsi nella seconda metà del secolo passato. In Italia, l’aumento della vita media oltre la soglia dei 65 anni prende l’avvio a partire dagli anni ’60. Il ritardo si spiega se consideriamo che l’industrializzazione investe l’intero Paese a partire dal secondo conflitto, ma non in modo uniforme. La disuguaglianza tra aree a forte crescita economica e aree depresse trova riscontro nei diversi trend di invecchiamento della popolazione e, in una diversa sindrome patologica dell’essere anziano.

 

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   

Indice

Capitolo 1. Il trend demografico

Capitolo 2. Condizione socio-economica della popolazione anziana

Capitolo 3. Roma 1951-1989: dal boom della nascite alla senilizzazione della popolazione
3.1 Le condizioni dell’esclusione

Capitolo 4 .Alcuni aspetti dell’emarginazione e della percezione del sé dell’anziano
4.1 Età anagrafica, età sociale, età psicologica

Capitolo 5. Anziano e Welfare

Capitolo 6. Diversa origine nella formazione delle Cooperative: le Cooperative cattoliche e le Cooperative laiche
6.1 Assistenza domiciliare: aspetti e problemi di un servizio sociale non programmato
6.2 Il disagio nei due sensi: assistente-assistito
6.3 L’anziano assistito: la malattia come costruzione di un nuovo ruolo

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   
Social Network