Dai “muschilli” ai “baby-Killer”. Indagine sulla criminalità minorile 1992

Questo lavoro dell’Eurispes vuol essere un contributo originale all’analisi della devianza minorile, ed è stato concepito come un aggiornamento ed una integrazione della precedente indagine svolta nel 1988. L’attenzione dell’Istituto verso lo studio delle marginalità sociali si sviluppa in questo contesto non solo a livello di descrittività quantitativa, ma soprattutto nel tentativo di elaborare una chiave di lettura articolata del perché un bambino commette gli errori ed i crimini tipici dei “grandi”.

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   

Indice

Premessa

Capitolo 1
Alcuni brevi cenni storici

Capitolo 2
La dimensione quantitativa del problema

Capitolo 3
Distribuzione geografica

Capitolo 4
La tipologia dei reati

Capitolo 5
Tipologia socioculturale del minore deviante


Capitolo 6
La devianza dei minori tossicodipendenti

Capitolo 7
Lo sfruttamento dei minori e la criminalità organizzata

 

Il contenuto di questa pagine è riservato agli utenti registrati. Se hai un account per favore accedi. Se sei nuovo, registrati

Utenti collegati esistenti

   
Social Network