A caccia di voti. Gli italiani e i referendum del 15 giugno 1997

 

La consultazione referendaria del 15 giugno 1997, che interviene all’interno di una fase di impegno e di accelerazione dei processi di riforma istituzionale, ha riaperto, con una nuova e più marcata polarizzazione, il dibattito sul fondamento stesso dell’istituto referendario. Il ricorso a questo strumento, che ha rappresentato uno dei più significativi veicoli della crescita civile del Paese, appare oggi alla ricerca di una legittimazione popolare. In questo particolare momento di passaggio, che ha visto il mondo politico e numerosi autorevoli esponenti della cultura e della società seguire percorsi di analisi e di scelta fortemente personalizzati e lontano da logiche di appartenenza definite, l’Eurispes ha raccolto alcune importanti indicazioni sulle motivazioni e sugli atteggiamenti che regolano oggi il rapporto tra gli Italiani e l’istituto referendario.

 

Introduzione

Gli italiani e i referendum: tra polarizzazione delle posizioni e astensionismo

Per visualizzare i documenti nella versione integrale è necessario effettuare l'accesso come utente registrato

Utenti collegati esistenti

   
Social Network