Osservatorio Cyber Security Eurispes a Futuro Remoto: diffidenti nella vita reale, disinibiti nella vita digitale

Si è tenuto venerdì scorso alla Città della Scienza nell’ambito della manifestazione Futuro Remoto l’incontro sui temi della sicurezza informatica, organizzato dall’Osservatorio Cyber Security dell’Eurispes. L’interazione con il mondo esterno si realizza costantemente attraverso le nostre identità digitali, le cui fragilità sono sempre più esposte: web e social reputation, hate speech, cyberbullismo, revenge porn. La protezione della nostra identità passa necessariamente dalla protezione dei nostri dati. Le democrazie si stanno trasformano lentamente in algorismocrazie: società governate da scelte basate su consenso frutto di algoritmi o decisioni affidate direttamente agli stessi. L’analfabetismo digitale, inteso come mancanza di cultura della trasformazione sociale e non come lacuna tecnica, sfocia nell’analfabetismo democratico. Anche le criminalità e gli estremismi proiettano il loro mutamento nella società digitale operando nello spazio senza confini e senza regole: pedopornografia, sextortion, on line drugs sale, black market, radicalizzazione e cyberterrorismo. Laddove le opportunità della rivoluzione tecnologica camminano con i pericoli, solo la conoscenza dei fenomeni e, soprattutto, la consapevolezza dei rischi possono garantire libertà e democrazia (guarda il video dell’intervista al Presidente dell’Osservatorio, Prof. Avv. Roberto De Vita).

Social Network